La Storia del Livorno Calcio

Il campionato di serie C del 1958-59, per il Livorno calcio, si ricorda ancor oggi come quello della grande rissa. Tutto avvenne nel giorno di Pasquetta durante un derby fra il Pisa ed il Livorno,giocato all'Arena Garibaldi sotto una fitta pioggia che rendeva il campo quasi impraticabile. Il signor Liverani, arbitro della partita, decise comunque di cominciare. Verso la metà del secondo tempo il Livorno si trovava in vantaggio di due reti, grazie a Mungai. La pioggia continuava incessante e l'arbitro ,su pressione dei pisani, decise di sospendere l'incontro. L'allenatore del Pisa esultò in maniera plateale tanto che il portiere amaranto Bertocchi lo colpì al mento con un pugno. Di lì una rissa gigantesca fra giocatori, dirigenti, accompagnatori, fotografi e anche sugli spalti qualcuno non fu da meno. La magistratura accusò tutti i giocatori di rissa aggravata, così come la federazione calcistica. Nel recupero il derby si concluse in parità sull'uno ad uno.